Guida alle città danesi

Aarhus

AarhusAarhus è la seconda città della Danimarca, vitale e giovanile, grazie alla nutrita cominità di studenti universitari. Culturalmente rivaleggia con la capitale Copenhagen.

Incorniciata dal verde dei boschi, Arhus è stata da sempre importante centro commerciale e marittimo grazie alla posizione centrale nella penisola dello Jutland. Ha una famosa università con circa 40 mila iscritti e anche per questo è meno costosa rispetto a altre città danesi. I posti più vitali sono i canali ed il quartiere latino, con gli studi degli artisti e le boutique alternative.

Straordinaria ad Aarhus l’offerta di musica, cultura e vita sociale in genere, rinomate l’Orchestra Sinfonica e l’Opera, belle le spiagge sabbiose e straordinario il museo di arte contemporanea, ArOs. L’ARoS Kunstmuseum è situato in Aros Allè al numero 2. Impedibile per gli amanti dell’arte e dell’architettura danese. Offre esposizioni temporanee e permanenti di artisti danesi e del modernismo e numerose opere di arte contemporanea. Visitate il Kunstbygning, nel cui giardino è possibile ammirare un’ampia collezione di sculture.

Da vedere la Radhuspladsen, la piazza del municipio, con la torre del municipio (progettato da A. Jacobsen) riconosciuto monumento nazionale nel 1994. Nel centro storico, sulla piazza del mercato (Storetorv) si affacciano l’Århus Teater e l’Hotel Royal, sede del Casinò. L’edificio più importante della piazza è la Sct. Clemens Kirke, eretta a partire al 1200.  Altra chiesa di rilievo la gotica Vor Frue Kirke.

Una curiosità: un museo dei vichinghi si trova nei sotterranei della Banca Commerciale (6 Sct. Clemens Torv), e mostra i resti di un insediamento vichingo, venuto alla luce durante gli scavi per la costruzione della Banca. 

Infine, ma non in ordine di bellezza, la città vecchia, Den Gamle By, un museo all’aria aperta, costruito in un giardino botanico riproduce case arredate di diverse epoche provenienti da ogni parte della Danimarca. Meticolose le ricostruzioni degli interni domestici (con oggetti originali del 600 e del 700 in porcellana e argento), di botteghe e taverne, di strade e cortili ed anche dell’ufficio postale e della farmacia. Le 75 case che potrete ammirare appartengono a epoche diverse e sono state trasferite oppure ricostruite. La casa più antica è del 1500.  Il personale del villaggio abbigliato in costume recita la vita quotidiana del villaggio ed i visitatori sono liberi di osservare. Sembra di vedere un film.
Bellissimo per gli appassionati il museo del giocattolo con esposti gli strumenti per i bambini. Den Gamle By ha anche un ristorante, una sala da the, una birreria, e un’area per il pic nic.

Impossibile non notare il contrasto appariscente tra gli edifici antichi del villaggio ed il grattacielo sullo sfondo della moderna Aarhus.
Dopo le 18.00 il museo chiude ma è possibile entrare ugualmente e gratuitamente e passeggiare all’esterno degli edifici godendo della bella luce delle sere d’estate.

 

Ultimi articoli

Argomenti correlati

Articoli più letti

Voli economici per la Danimarca seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...